Home | Servizi | Blog | Scopri la qualità delle proteine con la nostra dietista

Scopri la qualità delle proteine con la nostra dietista

Le proteine sono un nutriente fondamentale per mantenere la massa muscolare e fornire la struttura di base per costruire tessuti, ormoni ed enzimi. Se vengono consumate in quantità eccessiva, quando è già presente una limitazione della funzione renale, i nostri reni vengono sovraccaricati perché le proteine che non vengono utilizzate dal nostro organismo (perché in più rispetto ai fabbisogni), vengono distrutte e poi filtrate dai reni. Per questo, bisogna fornire all’organismo solamente la quantità di proteine necessaria, evitando quelli che sono gli eccessi quotidiani.

Gli alimenti che sono più ricchi di proteine possono essere di origine animale (come carne, pesce, latte e derivati, uova, salumi), oppure di origine vegetale (come i legumi), ma ne troviamo in minori quantità anche nei cereali. Oltre per la diversa origine, non tutte le proteine sono uguali poiché bisogna fare attenzione alla presenza o meno di alcuni aminoacidi, i piccoli mattoncini che le compongono.  È necessario che le poche proteine fornite con la terapia dietetica ipoproteica siano almeno per il 50 % ad alto valore biologico (chiamate anche proteine nobili). Questo vuol dire che devono contenere tutti gli aminoacidi essenziali che il nostro organismo non è in grado di produrre da solo e che deve assumere con il cibo. Gli aminoacidi essenziali sono nove e i cibi che li contengono tutti sono gli alimenti proteici di origine animale, mentre gli alimenti di origine vegetale non li contengono mai tutti assieme e devono essere combinati tra loro, come nel caso dei legumi con i cereali.  Per questo motivo non basta eliminare gli alimenti ricchi di proteine per proteggere la funzionalità renale residua ma occorre consumarli tutti i giorni in porzione controllata.

Per limitare l’apporto proteico ci vengono in aiuto i prodotti aproteici, che sono alimenti studiati appositamente per non aggiungere proteine alla dieta attraverso alimenti farinacei e prodotti da forno e al contempo fornire una corretta quantità di energia e garantire sazietà durante la giornata. I prodotti aproteici vengono preparati utilizzando solo l’amido dei cereali ed eliminando la componente proteica, come il glutine.

Una terapia dietetica ipoproteica non deve mai essere improvvisata ma deve essere bilanciata e somministrata da professionisti esperti e personalizzata per il paziente a seconda delle sue esigenze fisiche, cliniche e sociali.

Dott.ssa Arianna Ferrero

Quanto ne sai sulla malattia renale cronica?

Resta in contatto con noi!

Registrati per ricevere per primo informazioni sui nostri nuovi prodotti Flavis e promozioni disponibili!

"*" indica i campi obbligatori

Newsletter
Profilazione

Scarica il Catalogo prodotti

Con tutti i prodotti e le novità

Resta in contatto con noi!

Registrati per ricevere per primo informazioni sui nostri nuovi prodotti Flavis e promozioni disponibili!

"*" indica i campi obbligatori

Newsletter
Profilazione

"*" indica i campi obbligatori

Newsletter
Profilazione