Home | Ricette | Primi piatti | Rigatoni al pesto di basilico, fagiolini e patate

Rigatoni al pesto di basilico, fagiolini e patate

Il pesto, grande classico della cucina ligure, in un’interpretazione leggera che esalta il sapore della natura. Per un piatto leggero ma nutriente.
0 0 votes
Vota la ricetta
Home | Ricette | Primi piatti | Rigatoni al pesto di basilico, fagiolini e patate

Rigatoni al pesto di basilico, fagiolini e patate

Il pesto, grande classico della cucina ligure, in un’interpretazione leggera che esalta il sapore della natura. Per un piatto leggero ma nutriente.

Ingredienti

  • 150 gr di FLAVIS Rigatoni (o Penne)
  • 7 gr di FLAVIS Crostini
  • 25 foglie (circa 12 gr) di basilico
  • 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 30 gr di fagiolini
  • 75 gr di patate (opzionali)
  • 1/2 spicchio di aglio
  • Secondo indicazione medica Sale

Preparazione

  1. Mettete il basilico lavato e accuratamente asciugato, l’aglio precedentemente pelato e i crostini in un frullatore a bicchiere. Iniziate a frullare aggiungendo l’olio a filo, fino a raggiungere la tipica consistenza cremosa del pesto.
  2. Aggiustate quindi di sale e tenete il pesto da parte in frigorifero, coperto con una pellicola per evitare che diventi scuro.
  3. In una pentola portare a ebollizione l’acqua con il sale.
  4. Pelate le patate e fatele a dadini di circa 2 cm, lavate i fagiolini e tagliateli più o meno della stessa misura; fate cuocere patate e fagiolini nell’acqua per due o tre minuti. Quindi, unite al pesto che avete preparato.
  5. In un’altra pentola aggiungete quindi la pasta e fatela cuocere per il tempo indicato sulla confezione. Scolate e condite con il pesto alla genovese, aggiungendo un poco di acqua di cottura se troppo asciutta.
  6. Servite la pasta calda o tiepida.

I consigli dello chef

Per rendere più digeribile l’aglio lo si può cuocere in forno per circa 20 minuti avvolto in stagnola. Non frullate a lungo per evitare che il basilico ossidi e diventi nero; aggiungete l’olio a filo per mantenere la salsa legata.

Ricordiamo che attraverso la metodica della bollitura è possibile ridurre del 70% il contenuto di potassio. Si deve bollire in abbondante acqua, senza consumarla e cambiandola a metà procedimento. Dopo la doppia bollitura è possibile ripassare le verdure al forno, in padella, gratinandole, con erbe aromatiche, spezie, vari gusti, per renderle più gradevoli.

Valori nutrizionali

1 porzione
ENERGIA 2273 kJ / 544 kcal
GRASSI 26,6 g
di cui acidi grassi saturi
4,2 g
CARBOIDRATI 71,1 g
di cui zuccheri
3,3 g
FIBRE 7,1 g
PROTEINE 1,7 g
SALE 0,07 g
di cui sodio
32 mg
POTASSIO 285 mg
FOSFORO 46 mg

Scrivi la tua recensione

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Resta in contatto con noi!

Registrati per ricevere per primo informazioni sui nostri nuovi prodotti Flavis e promozioni disponibili!

"*" indica i campi obbligatori

Newsletter
Profilazione

Resta in contatto con noi!

Registrati per ricevere per primo informazioni sui nostri nuovi prodotti Flavis e promozioni disponibili!

"*" indica i campi obbligatori

Newsletter
Profilazione

"*" indica i campi obbligatori

Newsletter
Profilazione